L’alba di Luca : musica originale per film

  • Regia: Roberto Quagliano
  • Produzione: Kamel Film. Coprodotto da Alberto Perdisa Editore, MonrifNet con il contributo della Regione Emilia Romagna
  • Musica: I Nomadi - Cristiano Alberghini
  • Durata: 110'‘
  • Anno: 2002
  • Cast: Claudio Misculin, Federico Natali, Franco Mascolini, Bruno Stori

Il progetto, in breve

L’ALBA DI LUCA, il film, è stato l’evento di chiusura della quarta “Giornata dei risvegli per la ricerca sul coma – vale la pena “.

E’ un lungometraggio in digitale promosso dall’associazione di volontariato Onlus “Gli amici di Luca” per sostenere il progetto “Casa dei risvegli Luca De Nigris “, il centro innovativo per giovani in coma che nascerà a Bologna nell’area dell’Ospedale Bellaria e la cui prima pietra è stata posta simbolicamente proprio la mattina dell’anteprima.
Il film racconta una storia vera arricchita di elementi di fantasia per lo sviluppo scenico. Il regista Roberto Quagliano lo definisce “un film vero realizzato con un budget contenuto”.
Racconta la storia di Luca, un ragazzo di quindici anni in coma dopo un’operazione “perfettamente riuscita”, e il dramma dei suoi genitori che non trovano alcuna speranza per il figlio: né un centro in Italia che possa e voglia accoglierlo, né un aiuto da parte del mondo scientifico.

Approfondimenti

Liberamente tratto dal libro “L’OPERAZIONE E’ PERFETTAMENTE RIUSCITA” scritto da Maria Vaccari, Monica Vaccari, Fulvio De Nigris – Alberto Perdisa Editore

Il film racconta una storia vera arricchita di elementi di fantasia per lo sviluppo scenico. Racconta la storia di Luca, un ragazzo di 15 anni in coma dopo un’operazione “perfettamente riuscita” ed il dramma dei suoi genitori che non trovano alcuna speranza per il figlio: né un centro in Italia che possa e voglia accoglierlo, né un aiuto da parte del mondo scientifico.
Improvvisamente si trovano immersi in un mondo a loro sconosciuto, quello di avere il proprio ragazzo in coma e non sapere cosa fare.

Improvvisamente si trovano immersi in un mondo a loro sconosciuto: un mondo in cui il proprio ragazzo è in coma e non si sa cosa fare. Il film narra il percorso di due genitori che affrontano un problema ritenuto impossibile da risolvere;
il loro coraggio nel non volersi arrendere di fronte a un figlio considerato da tutti perduto dopo un’operazione “perfettamente riuscita”; il loro viaggio in un mondo ai più sconosciuto, il coma, fatto di silenzio, mistero e mancanza di comunicazione.
Ma non solo. Il film racconta anche la non comunicabilità con un certo mondo scientifico; delle tre zie di questo ragazzo coraggioso e ironico, della loro forza nel sostenere anche con l’allegria la loro sorella, madre di Luca; del difficile rapporto tra due genitori vicini nell’affrontare il dramma del figlio, uniti anche dopo la sua morte bel trasformare il loro dolore in qualcosa di positivo rispetto alla memoria di Luca ma anche socialmente utile ad altri ragazzi in coma: La casa dei risvegli, un centro altamente innovativo di assistenza e ricerca, che elimini i viaggi della speranza, creando una speranza di cura in Italia.
La struttura, un progetto di grande rilevanza europea, che nascerà in Italia nella città di Bologna, ha avuto anche riconoscimenti internazionali e rappresenta, per questo tipo di pazienti, una via verso la cultura della cura contro la prassi dell’abbandono.

Il sostegno a questa iniziativa è l’obiettivo del film.

Liberamente tratto dal libro: “L’operazione è perfettamente riuscita ” scritto da Maria Vaccari, Monica Vaccari e Fulvio De Negris (Alberto Perdisa editore) e sceneggiato da Roberto Quagliano e Luisa Grosso, Il film è arricchito dalla colonna sonora originale di Beppe Carletti dei Nomadi con i brani “Se non ho te” tratto dall’album “Liberi di volare ” (2000) e “Trovare Dio ” tratto dall’ultimo album “Amore che prendi amore che dai ” (2002). Tra gli interpreti, nella parte dei genitori l’attore e autore teatrale Claudio Misculin e Linda Cerabolini, nella parte di Luca Federico Natali e, nella parte di se stesso, il medico che curò davvero Luca De Nigris dopo l’operazione.

Le musiche originali da me composte, successivamente scelte dal regista Roberto Quagliano della casa di produzione cinematografica Kamel Film di Bologna per inserirle in questo film, sono composizioni di “libera ispirazione”, cioè scritte senza un determinato scopo, se non quello di lasciar libera la mia creatività musicale. Naturalmente il carattere delle musiche è allineato al momento emotivo in cui le ho concepite.

Le scelte fatte al momento della creazione, si adattano al film perfettamente, creando momenti di profonda intensità emotiva.

 

Audio

Video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *